La leggenda dei figli del vento

Si narra che al tempo della creazione, quando arrivò il momento di creare i levrieri il buon Dio mise da parte l’argilla con la quale aveva creato il resto delle creature viventi e disegnò nel firmamento tre belle linee curve con la sua gran mano magica e mentre le disegnava diventarono luminose scie di stelle. La prima scia fu per la schiena, la testa piccola come una freccia e la coda lunga come il ricciolo di un nastro di seta nel vento. La seconda fu per la pancia snella e le zampe forti per correre tra le nuvole. E la terza fu per le zampe davanti, per percorrere una strada interminabile senza stancarsi mai. Quindi ordinò al vento di soffiare tra quelle scie di stelle per dar loro la vita. E fu così ché i levrieri si trasformarono nei figli del vento.
Infine il buon Dio si fermò e sorrise: era tanto felice che volle che tutte le sue creature gioissero dell’armonia e della bontà dei levrieri. Fu così che regalò ad ogni levriero un’anima d’oro che portava la luce. Si dice che da quel giorno i levrieri rimasero sospesi tra il cielo e la terra, appoggiati sul vento e risplendenti di luce. Ed è solo in quel luogo e con un cuore puro che gli umani possono incontrarli.

Per un anno ho fatto parte di un’associazione che salva Levrieri dalla Spagna.. purtoppo in questo paese i galgo sono conisderati strumenti per la caccia o le corse e li maltrattano nei peggiori modi… ecco che allora in varie parti d’Europa sono nate associazioni no profit che si preoccupano di salvare i cani in Spagna e di farli arrivare in Italia per le adozioni.

I galgo sono cani particolari, a dire il vero mi piace più definirli come gatti con corpo di cane, perché hanno molti asoetti in comune con il gatto, ad esempio amano i divani, tendono a salire nei posti più assurdi ( tipo lo schienale del divano ) … caratterialmente invece sono unici e non esiste cane come loro … si affezionano tantissimo al padrone e lo seguono come ombre, amano il contatto e le carezze… a differenza di quanto si possa pensare preferiscono soprattutto quando piove o fa freddo starsene in casa la calduccio piuttosto che andare fuori.. odiano l’acqua addosso e il freddo perché hanno zero sottocute quindi soffrono tantissimo le basse temperature… ovviamente ci sono negozi specializzati che riforniscono di cappottini, paracollo e orecchie, impermeabili… di tutto e di più.
Un’altra caratteristica dei galgo è la loro velocità e l’abilità a saltare, anche fino a due metri di altezza da fermi… per questo bisogna avere più di un occhio con loro perché un galgo che scappa ha quasi sempre una brutta fine che lo aspetta. Fortunatamente esiste un’associazione fatta di angeli che manda volontari esperti qualora ci siano galgo scappati.. si chiamano Acchiappalevrieri.
I miei cani…
LEXA

LEXA

Lei è arrivata ad inzio del 2017 insieme al fratellino Klaus. Il suo nome originario era Santa ( e Klaus).. non si poteva sentire quindi sempre ispirandomi alle storie dei vampiri, avendo visto di recente Vampire Diaries, le ho dato il nome di Lexa, la vampira buona amica di Stefan :)) … così i fratelli sono diventati Lexa e Klaus .

Lei fra i tre è la più agitata, adora correre e appena vede un gatto muoversi addio.. parte senza se e senza ma… Con lei devo stare molto più attenta per pericolo di fuga e come le dico sempre quando mi fa arrabbiare, era perfetta per i Galgheros in Spagna.. la selezione con lei sarebbe stata ottimale viste le sue qualità di corsa e di tenacia. Per fortuna non è finita in mano a uno di loro, ma è arrivata da cucciola in Italia … E’ allo stesso tempo dolcissima e coccolosa.. un po’ stronzetta come tutte le femmine di Galgo, ma adorabile. Lei mi è arrivata con la coda ferita e sono riuscita a salvargliela ( rischiava l’amputazione) .. spesso per la sua irruenza si è fatta male con la siepe del giardino.. ma solo graffi e poco più. I levrieri non hanno sottocute e bisogna stare attenti perché si feriscono facilmente.. fortunatamente hanno anche un’ottima cicatrizzazione e la guarigione è rapida.

KLAUS

KLAUS

Insieme alla sorellina Lexa, li ho presi ad inizio 2017 ed erano due cucciolini di 7 mesi circa. Ho lasciato il nome Klaus che mi ricorda il vampiro/lupo di Vampire Diaries… Ovviamente!!! Lui è arrivato con un problemino alla zampa anteriore… poiché la mamma è stata recuperata dai volontari in Spagna incinta, lui è nato con quella malformazione perché avevano picchiato sicuramente la madre quando erano ancora nella pancia i cuccioli, provocando la morte di alcuni e la malformazione da percossa alla zampa di lui cucciolino . Purtroppo non ci si può fare niente .. sappiamo che andando avanti con gli anni avrà problemi di artrosi.. e che vorrà stare più in casa al caldo che fuori e per il momento bisogna contenerlo con la corsa sennò poi ha dolore.

Per un incidente poi in giardino, ha avuto una ferita alla coda che nonostantre le continue cure, non sono riuscita a salvargli e gli è stata amputata.

E’ comunque un cane bellissimo e dolcissimo, molto irruento, ma adorabile.

DANIEL
DANIEL

Lui è l’ultimo arrivato in casa, salvato dalla Spagna nel 2018 … è totalmente diverso di carattere dai due fratelli presi da cuccioli; infatti è arrivato molto problematico, con reazioni eccessive a ogni situazione, pauroso e tendenzialmente brontolone.. per qualsiasi sensazione di pericolo mostrava infatti i denti… oltre a questo è arrivato anche malato di filaria e l’ho curato… è stata un’esperienza molto tosta e dolorosa, ma alla fine è guarito !!!

Adesso è un cane dolcissimo e affettuoso, la mia ombra come gli altri due. Gioca come un cucciolo e adora stare in famiglia.